Corpi idrici.
Sinfonia da una città

Teatro Nazionale – Sala Ivo Chiesa
Genova
Sabato 13 novembre 2021 h 21

Biglietto speciale: 1 euro
Produzione Forevergreen.fm
e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Lo spettacolo rientra nella stagione multidisciplinare di Electropark 2021 “Performing Timeless”

Il Teatro Nazionale invita i/le genovesi a partecipare all’evento CORPI IDRICI, SINFONIA DA UNA CITTA’, al Teatro Ivo Chiesa del Teatro Nazionale il 13 novembre 2021, alle ore 21.

La data segna il termine dei lavori della COP26, a Glasgow (1-12 novembre), segnalando l’impegno del nostro Teatro nell’assolvere i compiti assunti dall’Italia, come partner ufficiale dei COP26, per la mobilitazione della società civile, emanati anche dall’Agenda 2030 attraverso gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile che il Teatro ha sposato nella stagione 2021/22 “Human Pride”.

Allo scopo di ottenere la più ampia adesione, il Teatro Nazionale di Genova stabilisce un ingresso simbolico di 1 euro – BIGLIETTI ACQUISTABILI A QUESTO LINK, devoluto alla produzione dello spettacolo curato dal Collettivo CORPI IDRICI.

Inoltre, la cittadinanza è invitata a partecipare a due laboratori creativi, in preparazione dello spettacolo, il 5 e 6 di novembre, ad ingresso gratuito, guidati dalla regista Alessandra Vannucci, insieme alla curatrice Anna Daneri, con la partecipazione del collettivo.

Biglietti: https://link.dice.fm/hhHIH97ZPkb

Maggiori Informazioni


Parlamento dei Corpi idrici:
verso una nuova Carta dei diritti

Sala Dogana di Palazzo Ducale
Piazza Giacomo Matteotti, 9 – Genova
Venerdì 5 novembre 2021, dalle 15 alle 18

Nell’ambito di Progetto G20

Sala Consiliare del Municipio IV
Piazza dell’Olmo, 3 – Genova Molassana
Sabato 6 novembre 2021, dalle 15 alle 18

Nell’ambito del convegno
La Val Bisagno dieci anni dopo l’alluvione del 4/11

Un seminario che prende avvio dal percorso del progetto Corpi idrici, sviluppato a Genova nel corso del 2021, percorrendone le strade fluviali.
Un gruppo eterogeneo di artistə, musicistə e ricercatorə ha condotto tra gennaio e giugno 2021 un’indagine sulla conformazione territoriale genovese, attraversata da un sistema idrico complesso e costretto spesso dai piani urbanistici a una dimensione sotterranea.
Il laboratorio sarà mediato dal collettivo Corpi idrici e condotto dalla regista teatrale Alessandra Vannucci attraverso tre ore di confronto in un ideale Parlamento dei Corpi idrici, invitando associazioni di cittadinanza attiva, attivistə, ambientalistə, studentə e chi vorrà partecipare a discutere e implementare la Carta dei diritti che sarà proiettata come elemento installativo.
La discussione partecipata prende le mosse dal Teatro dell’oppresso di Augusto Boal e vedrà il coinvolgimento dei partecipanti in un percorso di sensibilizzazione sui corpi idrici genovesi anche nello spettacolo previsto al Teatro della Corte il 13 novembre seguente.

Maggiori Informazioni



Corpi Idrici
Sinfonia da una Città

Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Milano
Sabato 18 e Domenica 19 giugno 2021

Nell’ambito del progetto
Atlante degli Immaginari
Produzione Forevergreen.fm
e Fondazione Giangiacomo Feltrinelli
Con il sostegno di Fondazione Cariplo

Direzione artistica: Alessandro Mazzone, Anna Daneri
Composizione: Matteo Manzitti, Matteo Casari
Ricerca e documentazione: Gaia Cambiaggi, Anna Positano, Nuvola Ravera, Nicolò Servi
Regia del suono: Danilo Gervasoni
Regia: Elisabetta Carosio, Elisa Giuliano, Nuvola Ravera
Produzione: Luca Pacchioni
Musicisti: Rossana Bribò (percussioni), Eugenia Amisano (voce),
Danilo Gervasoni (electronics), Rinaldo Marti (field recording)
Video editing: Samuele Würtz, Anna Positano
Composizione grafica e allestimenti: Matteo Casari, Gaia Cambiaggi
Performer guida: Student* del corso di laurea di Discipline delle Arti,
della Musica e dello spettacolo – Università degli Studi di Genova

Maggiori Informazioni


Corpi Idrici

Testo a cura di Anna Daneri e Nuvola Ravera

Questa è la restituzione personale e collettiva di un gruppo che si è formato a gennaio del 2021 a Genova per indagare le complessità del tessuto idrico attraversando una geografia, camminando su un paesaggio specifico che di norma non si percorre e sviluppando uno studio poetico del sistema linfatico di una città portuale, ma soprattutto (e questo potrebbe sembrare un paradosso per chi non la conosce) fluviale.

Facendo tesoro di un’idea di espansione di cura sociale di cui le arti possono farsi strumento, in una chiave che contempli i luoghi, l’ambiente che conta organismi viventi e co-abitanti di uno stesso complicato sistema di forze, ci siamo alleatə come collettivo Corpi idrici per non essere soggetti isolati e per attuare una ricerca sonora, visuale e performativa come pazienti fra pazienti, terapeutə del e con il mondo.

Tratto da roots§routes
Anno XI, N°37, Settembre – Dicembre 2021
§RICCO PATRIMONIO / POVERA PATRIA
a cura di Cristina Alga e Paola Bommarito

Prosegui la lettura sulla rivista